IT Governance Edizione 2019

CANTIERE IT GOVERNANCE

Edizione 2019

Il Cantiere IT Governance, promosso da FPA in collaborazione con la Direzione Centrale Organizzazione Digitale di INAIL, si propone di disegnare i percorsi di razionalizzazione ed evoluzione organizzativa della PA, anche alla luce delle previsioni del Piano triennale per l’ICT, attraverso attività di networking, analisi, comunicazione e advocacy.

Networking

Il Cantiere si rivolge prevalentemente ai vertici delle Direzioni IT (CIO) e ai Responsabili per la transizione al digitale (art. 17 CAD) delle grandi amministrazioni centrali (Ministeri, Agenzie fiscali, Istituti di Previdenza sociale, Autorità indipendenti, Organi costituzionali, ecc.) e delle Regioni, nonché ai rappresentanti delle grandi aziende ICT del panorama nazionale ed internazionale.

Il Cantiere si è riunito in occasione di 4 incontri di lavoro a porte chiuse nel corso dell’anno, presso la sedi della DCOD di Inail. Gli incontri rappresentano momenti di lavoro collaborativo, aperti al confronto “tra pari” tra rappresentanti della domanda e dell’offerta. Un team di professionisti è dedicato alla progettazione di ciascun incontro e supporta il tavolo di lavoro nell’analisi e nella produzione di report che conterranno le indicazioni e le raccomandazioni rispetto ai temi trattati.

Analisi

Nell’edizione 2019 l’analisi del Cantiere si focalizzerà su alcune aree tematiche, individuate a partire dalle novità introdotte dal Piano triennale per l’informatica pubblica 2019-2021, che il Cantiere si propone di approfondire con l’obiettivo di delineare i possibili percorsi attuativi per affrontare le sfide poste dagli obiettivi e dalle diverse linee d’azione stabilite dal Piano.

  • Cloud journey della PA. La transizione verso il paradigma del Cloud della PA pone le diverse amministrazione di fronte a nuove sfide, che interessano tanto le realtà strutturate quanto quelle più piccole: implementazione dell’approccio cloud first e SaaS first; percorsi di migrazione; impatto del cloud nei processi IT e governance delle applicazioni, anche in contesti ibridi (orchestrazione); cloud e modelli di sviluppo agile; meccanismi di procurement (nuove gare strategiche, evoluzione degli strumenti di acquisto in rete).
  • Enterprise Service Management e Data Governance. C’è sempre più bisogno di mettere in piedi servizi che richiedono la cooperazione di diverse unità organizzative all’interno dell’Amministrazione, garantendo eccellenza operativa e tempi di setup brevi, e integrando una molteplicità di touch-point fisici, call center e informativi. Nell’era dell’informazione la capacità di erogare servizi è condizionata alla capacità di governare il dato.
    • Si afferma nel settore privato il paradigma dell’Enterprise Service Management (ESM) che ora si sta estendendo anche al mondo della Pubblica Amministrazione. Viene da lontano: dalle best practice di IT Service Management.
    • È fondamentale che i dati siano attendibili, disponibili, sicuri, e il loro utilizzo risponda ai termini di legge. La sfida è rendere possibile questo scenario avendo una forte eterogeneità di funzioni responsabili della loro produzione e che dovranno poterne fruire per erogare servizi sempre più articolati ed evoluti. Come dare piena attuazione delle diverse componenti del Piano triennale inerenti i dati pubblici (basi dati di interesse nazionale, nuovo modello di interoperabilità, data & analytics framework)?
  • Citizen journey. Allineamento delle strategie delle amministrazioni a una reale vision della cittadinanza L’interlocuzione digitale tra PA e cittadini è caratterizzata dalla trasversalità rispetto a diverse tipologie di enti, con interazione di intensità e frequenza differente a seconda delle diverse fasi di vita dell’utente. Tale percorso dovrebbe fondarsi su una strategia comune, che garantisca una certa omogeneità rispetto ad alcuni aspetti di rilevanza strategica quali demand management, qualità in uso (progettazione, acquisto, misurazione), user experience e accessibilità, mobile come fattore abilitante.

Comunicazione

Il Cantiere  si propone di valorizzare e diffondere le buone pratiche di innovazione messe in campo dalle amministrazioni e dalle aziende aderenti al Cantiere, attraverso interviste video e articoli di approfondimento che raccontino le migliori esperienze e le progettualità realizzate rispetto ai quattro temi di analisi.

Advocacy

Obbiettivo ultimo del Cantiere è disegnare i percorsi di razionalizzazione ed evoluzione organizzativa della PA, attraverso l’individuazione delle possibili strategie di sviluppo dell’IT pubblico.

Al termine dell’anno, il Cantiere realizza un report con l’analisi su ciascun tema affrontato, accompagnato da indicazioni di metodo, segnalazioni di esperienze positive e da alcune possibili raccomandazioni sugli elementi chiave che dovrebbero caratterizzare un piano di cambiamento coerente all’interno delle PA, che il tavolo offrirà ai responsabili delle politiche per il digitale e a tutte le amministrazioni locali italiane.