Foto di Stevencore rilasciata sotto licenza cc

Cantiere documenti,”archivio digitale uguale trasparenza”

Con un focus sui modelli di gestione e conservazione documentale, è partito mercoledì 19 aprile il Cantiere Documenti digitali. La discussione coordinata da Mariella Guercio, presidente ANAI, si è aperta con la presentazione di Gianni Penzo Doria dell’esperienza dell’Università degli Studi dell’Insubria, che ha mostrato il processo di realizzazione del Manuale di Gestione documentale dell’Università, ritenuto una best practice nell’ambito delle amministrazioni di Ateneo.

Al tavolo erano presenti oltre venti amministrazioni pubbliche che insieme ad alcuni nostri partner privati (Poste Italiane, Samsung e Vecomp Software) hanno lavorato per “tirare fuori” delle soluzioni operative per la gestione e la conservazione documentale nelle amministrazioni.

E’ emersa la necessità di darsi degli indicatori di qualità, che possano orientare verso i modelli più efficienti di manuale e linee guida per la costruzione di questi modelli.

Le maggiori difficoltà evidenziate rimandano all’organizzazione interna ad ogni Ente e alle competenze, che spesso mancano, tra il personale pubblico. Tutto ciò rende la nostra PA impermeabile al cambiamento.

Dopo un 2016 passato ad analizzare la disciplina, nei suoi limiti, ma anche nelle sue buone novità, questa edizione del Cantiere sposa uno spirito più operativo, come ci dichiarano i suoi stessi protagonisti:

 


Interviste video Eleonora Bove. Montaggio Daniele Rizzo.

 

 

 

Foto di Stevencore rilasciata sotto licenza cc