Per consultare l'edizione 2020 dei Cantieri PA vai a https://www.forumpa.it/cantieri-pa/

Cantiere Procurement

“Criteri oggettivi di valutazione”, partono i lavori del Cantiere Procurement

di Eleonora Bove, FPA

 

Valutazione operatori economici e vendor rating, digitalizzazione dell’intero processo di acquisto e valutazione delle performance. Questi temi messi sul tavolo dai partecipanti al Cantiere procurement pubblico, che ha avviato nel pomeriggio di ieri i lavori dell’edizione 2017. Il tavolo è stato coordinato da Caterina Acquarone, dell’ufficio Gare e Advisor di FPA.

Circa venti le amministrazioni pubbliche, centrali e locali, che si sono ritrovate presso la Biblioteca del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti per discutere e confrontarsi sugli scenari evolutivi così come prefigurato dall’art. 44 (Digitalizzazione delle procedure) del nuovo Codice degli appalti.

In particolare in merito alla valutazione dei fornitori, si è trovati tutti concordi sulla definizione di criteri oggettivi, da preferire generalmente a quelli di tipo qualitativo. In sede è stato comunque fatto rilevare che data la particolare natura di alcuni servizi, ad esempio nel campo della formazione, una valutazione di tipo qualitativo risulta più indicata.

Si rende quindi necessaria una classificazione condivisa, che codifichi in termini largamente applicabili i criteri di valutazione sia in fase pre che post gara.

Accanto a questi aspetti, rimangono degli evergreen: l’interoperabilità dei sistemi e la standardizzazione dei procedimenti. Temi sempre molto sentiti dagli addetti ai lavori, su cui si lavorerà nei prossimi incontri. Quali sono gli altri temi? Lo abbiamo chiesto ad alcuni dei protagonisti.

Interviste video Eleonora Bove e Daniele Rizzo. Foto di Daniele Rizzo